Voti: 0
Job Acts Lavoro Autonomo: la riforma è diventata legge Nuovo

Il Senato ha approvato la legge per il lavoro autonomo con 158 sì. Maggiori tutele per malattie, infortuni, formazione e indennità di disoccupazione.

lavoro-autonomo-legge

Fonte: secoloditalia.it

 

La riforma sul lavoro autonomo è diventata legge. Oggi, il Senato ha approvato con con 158 sì, 9 no e 45 astenuti il ddl sul Lavoro Autonomo.

 

L'iter legislativo durato 15 mesi a partire dal 28 gennaio 2016, oggi raggiunge la meta. Finalmente esiste in Italia una legge che tuteli il lavoratore autonomo.

 

Numerose le novità introdotte nell'iter legislativo. Infatti, durante il passaggio al Parlamento sono state introdotte tutele nuove rispetto al testo di base.

 

Tra queste le più importanti riguardano le agevolazioni per malattie e infortuni, l'indennità di disoccupazione (la Dis-coll) e il riconoscimento dello smart working.

 

I lavoratori autonomi con partita Iva potranno beneficiare di:

 

Dis-coll strutturale a partire dal 1°luglio

 

L'indennità di disoccupazione verrà riconosciuta agli iscritti alla Gestione separata dell'Inps. Collaboratori coordinati e continuativi anche a progetto. Inoltre viene estesa anche ai dottorandi di ricerca con borsa di studio.

 

Smart working

 

Il cosiddetto lavoro agile viene riconosciuto come un modo di lavorare del rapporto di lavoro subordinato che può essere eseguito in parte all'interno dell'azienda e in parte fuori. I limiti sono quelli dell'orario lavorativo giornaliero imposti dalla legge. Esso si applica anche alle pubbliche amministrazioni. Previsti inoltre accordi sullo smart working che può essere a tempo determinato o indeterminato.

 

Tutele contro gli infortuni

 

il lavoratore autonomo ha diritto alla tutela contro gli infortuni e le malattie professionali, attraverso un'informativa del datore di lavoro sui rischi legati all'ambiente lavorativo.

 

Malattia e maternità

 

I lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata dell'Inps hanno diritto a sei mesi di congedo di maternità, da usufruire entro i primi tre anni di vita del bambino. L'indennità di malattia verrà riconosciuta ai soggetti che abbiamo superato il limite del 70% del massimale. Inoltre sarà destinata anche a chi si trova in maternità, pur continuando a lavorare. Inoltre se si svolge un rapporto di lavoro continuativo con il committende, esso non si estingue nei casi di malattia, maternità e infortunio.

 

Parità di trattamento con le altre categorie di lavoratori

 

La nuova legge sul lavoro autonomo garantisce ugual trattamento normativo ed economico ai lavoratori autonomi rispetto ai lavoratori dipendenti che svolgono le stesse mansioni in azienda.

 

Inoltre saranno deducibili le spese per la formazione, si potranno scaricare a livello fiscale gli oneri sostenuti per la garanzia contro i mancati pagamenti delle prestazioni. Infine, i lavoratori con partita IVA potranno partecipare agli appalti pubblici o ai bandi per l'assegnazione di incarichi individuali di consulenza o ricerca.

 

Riforma, Lavoro Autonomo, legge, dis-coll, smart working, malattia, maternità

 

Laura Maiellaro 4.3 1 feedback Pubblicista
Commenta l'articolo

Non ci sono risposte

Rispondi all'articolo
Aiuto