Voti: 0
Professionisti a confronto col Ministro Poletti per la legge sull'equo compenso Nuovo

Confronto sul tema dell'equo compenso tra Comitato Unitario delle Professioni e Rete delle Professioni Tecniche e il Ministro Poletti.

professionisti-confronto-poletti

Fonte: ildubbio.news.it

 

Si è tenuto mercoledi 3 maggio, l'incontro tra il Comitato Unitario delle Professioni (CUP), la Rete delle Professioni Tecniche (RPT) e il Ministro Giuliano Poletti.

 

Lo scopo dell'incontro è stato dettato dalla necessità di creare una legge sull' equo compenso per i professionisti. A seguito delle liberalizzazioni introdotte nel 2006, la necessità di regolare le distorsioni del mercato è ancora più forte.

 

I professionisti fanno sapere che la loro categoria si trova spesso a essere svantaggiata dal punto di vista contrattuale. I committenti molto spesso, impongono condizioni contrattuali svantaggiose.

 

E' quindi sempre più richiesta una legge che regoli i compensi, in modo che siano equi. In questi ultimi mesi il Comitato Unitario delle Professioni e la Rete delle Professioni Tecniche ha affrontato ampiamente la questione in Parlamento, attraverso audizioni e documentazione approfondita.

 

L'attenzione su un tema quale l'equo compenso risulta essere necessaria nei confronti di quelle categorie professionali iscritte agli albi. Innanzitutto per rispettare la dignità professionale dei professionisti e poi tutelare la committenza.

 

Le categorie in questione hanno seguito con attenzione l'iter che sta portando all'approvazione del Jobs Act del lavoro autonomo. In particolare, a più riprese hanno suggerito di introdurre una misura per la definizione di compensi idonei, in modo che i professionisti e i committenti avessero uno strumento legislativo a cui riferirsi.

 

Uno strumento che permettesse di agire da entrambe le parti nel rispetto dei principi di libera concorrenza e parità di trattamento.

 

“Il testo del Jobs Act del lavoro autonomo - spiega Marina Calderone, Presidente del CUP - ha avviato un dibattito politico intorno all’equo compenso che ha portato i rispettivi presidenti delle Commissioni Lavoro di Camera e Senato, Cesare Damiano e Maurizio Sacconi, ad impegnarsi attivamente al fine di tutelare di più e meglio il lavoro intellettuale. Apprezziamo che anche il Ministro Poletti abbia voluto ascoltare le nostre ragioni, prendendo atto delle richieste e garantendo la massima attenzione sul tema”.

 

“È importante sottolineare - aggiunge Armando Zambrano, Coordinatore della RPT - come, ancora una volta, gli Ordini ed i Collegi portino avanti le istanze dei professionisti, monitorando i temi argomento di dibattito in Parlamento e nei Ministeri, approfondendo i testi legislativi, proponendo opportune correzioni e sensibilizzando i decisori politici attraverso incontri e tavoli di confronto, per sostenere le argomentazioni a sostegno dei professionisti tecnici”. (Fonte: Edilportale)

 

Professionisti, incontro, Ministro Poletti, legge, equo compenso

Laura Maiellaro 4.3 1 feedback Pubblicista
Commenta l'articolo

Non ci sono risposte

Rispondi all'articolo
Aiuto