Voti: 0
Bonus Assunzioni 2017: tutte le novità per i Giovani, il Sud, le donne e gli Over 50 Nuovo

Nella nuova Legge di Stabilità 2017, il Bonus Assunzioni introduce nuove misure di agevolazioni contributive e fiscali per l'assunzione dei lavoratori.

bonus-assunzioni-2017

Fonte: investireoggi.it

 

Il Bonus Assunzioni 2017 reca importanti novità. La Legge di Stabilità ha introdotto nuove misure riguardanti le assunzioni dei lavoratori. In particolare sono previste nuove agevolazioni contributive e fiscali per i datori di lavoro che decideranno di assumere nel 2017.

 

Tra le novità del Bonus Assunzioni 2017, ci sono Le agevolazioni per le assunzioni nel Sud Italia e dei più giovani. Confermate rispetto al 2016, il bonus occupazione per le donne e per i lavoratori over 50. Bonus anche per Garanzia Giovani, assunzioni di lavoratori provenienti dalla Naspi e i disabili.

 

Andiamo con ordine: a chi spetta il Bonus Assunzioni 2017?

 

Bonus Sud Italia

 

Le aziende localizzate nelle Regioni del Sud Italia: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Sardegna, Abruzzo e Molise possono usufruire del Bonus Assunzioni 2017 per assumere lavoratori che hanno i seguenti requisiti:

 

  • disoccupati di età tra i 16 e i 24 anni;
  • lavoratori con almeno 25 privi di impiego retribuito da almeno 6 mesi;
  • lavoratori che non hanno avuto rapporti di lavoro con lo stesso datore di lavoro negli ultimi 6 mesi tranne che in caso di trasformazione di contratti a termine.

 

Il datore di lavoro è esonerato totalmente dai contributi da versare all'Inps, nel limite di 8.060 euro all'anno in caso di nuove assunzioni. I contratti di lavoro firmati tra il 1°gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017 sono più vantaggiosi se a tempo indeterminato oppure se si tratta di apprendistato professionalizzante.


Bonus Assunzioni Giovani

 

Il Bonus Occupazione Giovani è destinato ai giovani con i seguenti requisiti:

 

  • età compresa tra i 16 e i 29 anni
  • non inseriti in nessun percorso di studio o formazione
  • non occupati

 

I datori di lavoro che assumono tale categoria di lavoratori hanno diritto a:

 

  • sgravio pari al 100% dei contributi previdenziali ad esclusione dei premi Inail e nel limite massimo di 8.060 euro annui purchè si tratti di assunzioni a tempo indeterminato e di apprendistato;
  • sgravio pari al 50% dei contributi previdenziali e nel limite massimo di 4.030 annui in caso di contratti a termine.

 

Sono dunque incentivate le assunzioni (a tempo pieno o part time) effettuate dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017:

 

  • con contratto a tempo determinato (anche a scopo di somministrazione) con durata iniziale di almeno 6 mesi;
  • con contratto a tempo indeterminato (anche a scopo di somministrazione);
  • con contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere.

 

Bonus studenti diplomati o laureati

 

L'assunzione di studenti entro sei mesi dal diploma o altro titolo di studio, permette un esonero contributivo pari a massimo 3.250 euro annui per la durata di tre anni. Le assunzioni si riferiscono al periodo compreso tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2018. Le categorie interessate sono:

 

  • alunni degli istituti secondari di secondo grado, per i quali la legge sulla Buona Scuola ha reso obbligatoria l’alternanza scuola-lavoro fino a 400 ore nel triennio finale dei tecnici e professionali, mentre nei licei sino a 200 ore;
  • studenti universitari;
  • studenti degli istituti tecnici superiori: si tratta degli Its, le scuole di tecnologia post diploma alternative all’università, partecipate dalle imprese;
  • iscritti a corsi d’istruzione e formazione professionale regionale (Iefp);
  • giovani assunti con un contratto di apprendistato “formativo” di primo o di terzo livello.

 

Se il datore di lavoro assume con contratto di apprendistato, è esonerato totalmente dal versamento dei contributi fiscali.

 

Bonus donne e over 50 disoccupati

 

Tra le misure confermate nel Bonus Assunzioni 2017, rientrano anche le donne e i lavoratori svantaggiati over 50.

 

Per queste categorie, il datore è esonerato dal versamento del 50% dei contributi Inps e premi Inail per la durata di 12 mesi in caso di contratto a tempo determinato, 18 mesi per contratto a tempo indeterminato.

 

Le categorie interessate sono:

 

  • le donne disoccupate da almeno 6 mesi, residenti in regioni svantaggiate o occupate in settori lavorativi caratterizzati da una forte disparità occupazionale di genere;
  • donne disoccupate da almeno 24 mesi;
  • lavoratori che abbiano compiuto almeno 50 anni di età, disoccupati da almeno 12 mesi.

 

Bonus per assunzioni Naspi e Cigs

 

I datori di lavoro che decidano si assumere lavoratori in cassa integrazione straordinario da almeno 3 mesi, ex dipendenti di aziende che beneficiano da almeno 6 mesi di questo istituto previdenziale hanno:

 

  • sgravio pari al 100% dei contributi previdenziali ad esclusione dei premi Inail e nel limite massimo di 8.060 euro annui solo se il contratto è a tempo indeterminato o full time.

 

Nel caso di assunzione di lavoratori che percepiscono indennità di disoccupazione Naspi, il datore di lavoro avrà diritto come incentivo al 20% dell'indennità del lavoratore assunto.

 

Bonus assunzioni disabili

 

Dal 2016 tutti i datori di lavoro privati, soggetti o meno all’obbligo di assunzione di cui alla legge n. 68/1999, possono richiedere uno sgravio contributivo per l’assunzione dei seguenti lavoratori:

 

  • lavoratori disabili che abbiano una riduzione della capacità lavorativa superiore al 79% o minorazioni ascritte dalla prima alla terza categoria di cui alle tabelle annesse al T.U. delle norme in materia di pensioni di guerra, approvato con DPR 915/78, e successive modificazioni. L’incentivo è pari al 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per 36 mesi.
  • lavoratori disabili che abbiano una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 79% o minorazioni ascritte dalla quarta alla sesta categoria di cui alle suddette tabelle. L’incentivo è pari al 35% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per 36 mesi.
  • lavoratori con disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%. L’incentivo è pari al 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali e spetta per 60 mesi.

 

Bonus per giovani genitori precari

 

I genitori under 35 o con contratti precari, possono usufruire del bonus assunzione. Esso ammonta a 5000 euro da conguagliare con i contributi. Per usufruire del bonus, bisogna registrarsi nella banca dati dei giovani genitori presente sul sito dell'Inps.

 

Bonus Assunzioni 2017, Sud Italia, giovani, donne, lavoratori over 50, disabili, Naspi, genitori precari

Laura Maiellaro 4.3 1 feedback Pubblicista
Commenta l'articolo

Non ci sono risposte

Rispondi all'articolo
Aiuto