Voti: 0
Smart&Start Italia: bando per le startup digitali rifinanziato dal MISE Nuovo

Il MISE destina altri 95 milioni alle startup ad alto contenuto tecnologico. Rifinanziato il bando Smart&Start Italia.

smart&start-italia-bando

Fonte: StartupItalia

 

Il progetto Smart&Start Italia è stato rifinanziato dal MISE, il Ministero dello Sviluppo Economico. 95 milioni sono stati destinati alle startup innovative in ambito digitale per il bienno 2017-2018.

 

Smart&Start Italia, è nato nel 2013 con lo scopo di incentivare la nascita e la crescita delle startup ad alto contenuto tecnologico. In particolare, quelle nei settori dell'economia digitale, della life science, dell'ambiente e dell'energia.

 

"Smart&Start Italia finanzia le start-up innovative , iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese,  che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.

 

Le società devono essere di piccola dimensione ed essere costituite da non più di 48 mesi.

 

Per richiedere le agevolazioni non sarà necessario aver già costituito la società: possono accedere a Smart&Start Italia anche persone fisiche (compresi i cittadini stranieri in possesso del "visto start-up") che intendono costituire una start-up innovativa.
La costituzione della nuova società sarà richiesta, infatti, solo dopo l’approvazione della domanda di ammissione alle agevolazioni.

 

Possono ottenere le agevolazioni Smart&Start Italia anche le imprese straniere, che si impegnano a istituire almeno una sede sul territorio italiano".

 

Questa è l'identità del progetto che dal 2013 ad oggi  ha finanziato 745 startup per un totale di 234 milioni di euro di agevolazioni concesse. Partito  come progetto che riguardasse solo le startup del Mezzogiorno, dal 2015 si è esteso a tutto il territorio nazionale.

 

Gestito da Invitalia, Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa per conto del MISE, Smart&Start Italia finanzia programmi di spesa tra 100 mila e 1,5 milioni di euro.

 

Inoltre sono previsti mutui senza interessi e senza garanzie per la copertura dei costi legati agli investimenti e alla gestione del progetto. Le startup inoltre beneficiano in 8 regioni d'Italia di una quota di finanziamenti a fondo perduto (20%).

 

Per presentare la domanda in maniera informata e consapevole, riparte un ciclo di Webinar per informare coloro che vorranno presentare la domanda. 

 

Per maggiori informazioni consultare il sito Smart&Start Italia.

Laura Maiellaro 4.3 1 feedback Pubblicista
Commenta l'articolo

Non ci sono risposte

Rispondi all'articolo
Aiuto