Voti: 0
Astensione facoltativa Attivo
Giuseppe 0.0 0 feedback Tecnico informatico
Salve a tutti,
premetto che sono assunto con CCNL commercio tempo ind. Ad oggi mi ritrovo con ferie godute non ancora maturate, e mi è stato detto che fino a giugno non potrò usufruire di ferie/permessi in modo tale da azzerare il negativo e riprendere normalmente con la maturazione dell'anno in corso.
La mia domanda è la seguente:
ho due bambini, uno di 7 mesi, l'altro di 3 anni, poichè ho letto che l'INPS prevede la fruizione anche frazionata dell'astensione facoltativa, posso usufruire, in caso di imprevisti, di tale "beneficio" e con quali modalità operative ? Inoltre, mia moglie è al momento in astensione da supplenza scolastica per il bimbo più piccolo, poichè per un bambino fino a tre anni l'INPS corrisponde il 30% dello stipendio, posso usufruire anche io per il più piccolo anche in contemporanea astensione di mia moglie ?
Mi suggerite altre alternative per far fronte a richieste di permessi/ferie impreviste ?
Grazie anticipatamente.
Cordiali saluti
Commenta la domanda

C'è una risposta

Risposta N. 1
Voti: 2
Stefano Finaldi 2.0 0 feedback Consulente del lavoro
Salve Giuseppe,
trascorso il periodo di congedo di maternità, ciascun genitore ha diritto di astenersi dal lavoro nei primi otto anni di vita del bambino, con un limite complessivo massimo di 10 mesi.
Tale limite complessivo è elevabile a 11 mesi nel caso in cui il padre lavoratore usufruisca dell'astensione facoltativa per un periodo continuativo non inferiore a 3 mesi. I genitori possono utilizzare il congedo parentale anche contemporaneamente.
Questo per ciò che riguarda il diritto relativo alle assenze giustificate di cui lei può aver bisogno vista la situazione.
Per ciò che riguarda l'aspetto economico relativo ai congedi parentali le rappresento quanto segue.
Il diritto a percepire l'indennità del 30% a carico dell'Inps spetta:
- fino al compimento dei 3 anni di vita del bambino (compreso il giorno del terzo compleanno) per un periodo massimo complessivo tra i genitori di 6 mesi, senza condizioni di reddito.
- fino al compimento degli 8 anni di vita del bambino, e comunque per il restante periodo di astensione (vedi sopra) a condizione che il reddito individuale dell'interessato sia inferiore a 2,5 volte l'importo del trattamento minimo di pensione.
Quindi nel suo caso, per il figlio di 7 mesi, se sua moglie ha chiesto l'astensione facoltativa per 6 mesi lei potrà assentarsi per ulteriori 4 o 5 mesi ma senza percepire alcuna indennità. Se, invece, sua moglie ha chiesto l'astensione per un periodo inferiore, lei avrà diritto ad assentarsi con erogazione dell'indennità fino al raggiungimento dei 6 mesi.
Qualora invece si trovasse nelle condizioni reddituali di cui al secondo punto potrebbe comunque ottenere l'indennità in aggiunta alla eventuale astensione di 6 mesi di sua moglie ed entro il limite massimo di 10 o 11 mesi.
Non riesco a rinvenire altre possibilità per poter godere di assenze retribuite (posto il problema del monte ferie accumulato da lai posto).
Cordiali saluti
Stefano Finaldi
Rispondi alla domanda
Aiuto