Voti: 1
BUSINESS PLAN START UP Attivo
Vincenzo De Vita 0.0 0 feedback Commercialista
Salve,
Ho un cliente che sta preparando un business plan per la sua impresa Web da presentare ad un investitore. Quali sono i punti da curare meglio? quelli che interessano maggiormente ad un Business Angel.
Avete inoltre consigli in generala da darmi?
Grazie
Vincenzo De Vita Commercialista
0.0 0 feedback
Grazie per le risposte. Gennaro La contatto in pvt
Gennaro Tesone Manager
2.0 0 feedback
ok
Paola Canale Wedding planner
0.0 0 feedback
Ciao,
io ho avuto lo stesso problema , quello che interessa sono le motivazione dell'inizio attività e i settori che si vuole affrontare.
Commenta la domanda

Risposta N. 1
Voti: 2
Davide Costa 0.0 0 feedback Commercialista
Buongiorno Vincenzo, gli aspetti da curare sono molti.
Sicuramente nella parte descrittiva capire bene il mercato potenziale e con quale strategie di marketing credi di soddisfarlo.
Essenziale è indicare quali bisogni dei clienti soddisfi e in che modo. Ti consiglio a tal riguardo di predisporre anche un business model, che sicuramente o già ti è stato richiesto o ti verrà richiesto a breve.
Altro elemento importante da mettere in evidenza sono le risorse umane e tecnologiche che hai a disposizione e quelle che invece dovrai acquisire, in modo da far capire all'investitore quali gap andrai a colmare con il suo apporto di capitale.
Per quanto concerne invece la parte numerica devi essere coerente con quanto indicato nella descrizione, soprattutto per il raggiungimento del mercato potenziale, la tabella di investimenti, e numero di personale.
Ovvio dire che tutta la parte finanziaria è quella di maggior interesse per un investitore.
Spero che con queste poche righe ti ho potuto dare qualche idea, rimango comunque a disposizione per un confronto, se vuoi puoi conttatarmi in privato.
Ciao e buon lavoro
Risposta N. 2
Voti: 2
Nicola Santangelo 0.0 0 feedback Account Manager
Io punterei su descrizione dell’azienda; descrizione del progetto; analisi del mercato; fattibilità tecnica, organizzativa ed economico-finanziaria nonché una ampia sezione dedicata all'analisi SWOT.
In merito al business plan ho recentemente scritto una pratica guida all'indirizzo www.lavoroimpresa.com/25... a cui rimando per ogni utile approfondimento.
Risposta N. 3
Voti: 1
Gennaro Tesone 2.0 0 feedback Manager
Ciao Vincenzo,
ho un incubatore d'impresa (56CUBE) e ti posso dire cosa guardiamo noi quando scegliamo di finanziare una nuova iniziativa. In primis l'idea, capire se effettivamente ha qualcosa di innovativo nel mercato dove si va a calare, la possibilità di proteggersi (nel senso: in quanto tempo i competitors sono in grado di colmare questo gap) ed infine guardiamo al Business Model (la strategia del business più che i numeri). Molto spesso un numero errato può distrarre dalla bontà del business, ci capita spesso che questi numeri nascono da percezioni errate, poi ci si lavora insieme. Con questo non voglio dire che il Busines Plan sia inutile ti dico solo che se arrivi a lavorarci su con il business angel meglio farlo quando a lui è ben chiaro tutto quello che c'è prima (meglio se il BA è verticale sul mercato dove vi proponete).
A presto,
Gennaro
P.S.: se si parla di digitale, puoi inoltrare anche a me il progetto, lo guardo e provo a darti le mie impressioni.
Risposta N. 4
Voti: 1
Stefano Munaron 1.8 0 feedback Consulente di Direzione
Buongiorno Vincenzo,
i commenti generici e generali sono già stati forniti da chi mi ha preceduto . Nell'ottica di un investitore è importante capire il carattere distintivo del progetto di business , cioè l'elemento unico che lo caratterizza e lo differenzia dal panorama competitivo attuale. Oggi è difficile creare un vantaggio competitivo reale e ancora di più duraturo anche se nel digitale si stanno aprendo nuove frontiere inesplorate.Qual'è il time to market cioè il tempo necessario a portare il progetto sul mercato e quando si prevede di avere i primi ritorni sull'investimento , con quali modalità e tempistiche? Come è delineato il mercato di riferimento : è un nuovo bisogno che si approccia o è già esistente e presidiato . Ti consiglio di leggere Strategia Blue Ocean di Kim/Mauborgne. Per qualsiasi informazione addizionale o supporto puoi contattarmi o inviarmi il progetto : potrei aiutare a trovare l'investitore giusto Buon lavoro Stefano
Risposta N. 5
Voti: 1
Gaetano Volpe 2.0 0 feedback Direttore Marketing
Buongiorno sicuramente gli aspetti su cui puntare sono diversi, il business plan è solo un documento che sintetizza la strategia aziendale e il suo modo di porsi rispetto al mercato (che deve essere noto a priori) e alle esigenza del cliente (che devono essere evidenti o latenti ma facilmente individuabili). Come advisor di diverse start up io consiglio di utilizzare la metodologia business model canvas per il disegno del modello di business aziendale, in cui si evidenziano diversi punti utili per il successivo sviluppo del BP, ed in particolare il Customer Value Canvas, che deriva dalla medesima metodologia, e consente di individuare le reali proposizioni di valore dell'offerta in termini di individuazione dei bisogni dei segmenti di clienti, di miglioramento del modo di soddisfare tali bisogni e dei vantaggi che il cliente ottiene dalla nuova tecnologia o dalla nuova offerta. Infine che valuta start up spesso punta sul valore e coesione del team, il business plan può essere redatto anche da un bravo consulente, ma nessun consulente saprà mai amalgamare il giusto team per la start-up
Rispondi alla domanda
Aiuto