Voti: 1
utilizzo senza autorizzazione di un evento Attivo
Buongiorno sono la titolare di un'agenzia di comunicazione e organizzazione eventi da 15 anni. Per circa 3 anni ho collaborato (ora non più) con una collega (ma l'agenzia è mia!) all'organizzazione di un evento da me creato e sponsorizzato. Recentemente tale collega ha abbandonato la mia agenzia e insieme ad un'altra ha organizzato lo stesso evento (previo mio consenso a patto di poter collaborare all'evento stesso) il cui nome è da me regolarmente registrato e quindi di mia appartenenza . Tuttavia sono stata completamente esclusa dall'organizzazione tranne che per la parte commerciale all'interno della quale mi sono occupata di ricerca sponsor. Come posso fare per evitare che questo si ripeta e cioè che il mio evento venga nuovamente organizzato con lo stesso nome il prossimo anno escludendomi ancora? Inoltre ho il sospetto che tale ex collega stia attualmente organizzando a mia insaputa un altro evento (sempre da me creato e realizzato negli anni precedenti) Quali azioni legali posso intraprendere affinche' i miei eventi rimangano "miei"? Grazie per la gentile risposta. Un cordiale saluto Francesca
Commenta la domanda

Risposta N. 1
Voti: 1
Se ho compreso bene, potrebbe trattarsi di sfruttamento di idee (altrui): in questo caso bisognerebbe distinguere (secondo me) i seguenti casi:
1- gli eventi hanno un "nome" creato e registrato da lei, ma senza contenuti (idea): registrazione proprietà marchio;
2- gli eventi hanno un "nome" creato e registrato da lei, con contenuti (idea) da lei ideati: copyright di proprietà intellettuale;
3- gli eventi riportano anche il suo nome e/o cognome (Francesca ....): sfruttamento di immagine.
Se la sua situazione rientra in una dei tre casi succitati, ci sono gli estremi per una azione legale (differente su ciascuno di essi), ma a parte la eventuale soddisfazione (?) di una diffida o addirittura di un risarcimento danni (?), lei non risolve il problema. Infatti, si tratta di un caso di gestione del "Capitale Intellettuale" che tipicamente viene ancora oggi "trattato come intangibile", anche se poi procura reddito alla maggioranza delle professioni (Knowledge Intensive).
Pertanto, secondo il mio punto di vista, lei dovrebbe utilizzare gli strumenti appropriati per gestire il suo Capitale Intellettuale e, primo fra tutti, la Value Analysis, ovvero dov'è il Valore della sua Idea e dovrebbe analizzare "se" e "come" lo sta "perdendo" (perché "rubato") attraverso gli eventi certi e presunti di cui parla nella sua domanda. Potrebbe in generale, scoprire dalla Value Analysis che senza il suo contributo l'"evento" organizzato dalla sua ex-collega non avrebbe (avuto) lo stesso successo: questo significa che il suo Capitale Intellettuale fa la differenza in positivo (o anche in negativo?) e quindi, deve agire per farsi riconoscere (non necessariamente per vie legali) il suo giusto Valore, oppure rimodularlo secondo altre possibili soluzioni.
Mi rendo conto di come sia difficile approfondire tematiche di questo tipo in una semplice risposta,, ma credo che ogni tipo di problema debba essere affrontato con gli "strumenti" adeguati: per la gestione dell'"Intangibile" esistono già da molti anni e sono utilizzati comunemente nei paesi anglosassoni... purtroppo i "brevetti" non vanno bene per questioni di questo tipo...
Se crede e vuole approfondire o semplicemente ricevere chiarimenti in merito, mi contatti senza impegno a xxxxx
Cordialità
Giovanni Mappa

Risposta N. 2
Voti: 1
Rosario Palomba 0.4 0 feedback Manutentore di impianti
Sono in pieno accordo con l'ing. Mappa. Ha comunque fatto un grosso errore di valutazione a lungo termine, nel permettere che questa persona abbia potuto estrometterla da eventi in cui lei ha investito, ma sono sicuro che con un buon supporto legale riuscirà, se non ad essere reintegrata nel progetto, ad ottenere un congruo risarcimento. In bocca al lupo.
Rispondi alla domanda
Aiuto